FrancescoLoliva
Un cardiologo con la passione per la fotografia.
Options
1 / 12 ◄   ► ◄  1 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
2 / 12 ◄   ► ◄  2 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Il nome deriva dal tardo greco τρούλος, ovvero “cupola” e indica delle antiche costruzioni coniche in pietra a secco di origine preistorica. La pietra usata per le costruzioni era ricavata dalle rocce calcaree dell’altopiano delle Murge.
Options
3 / 12 ◄   ► ◄  3 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
4 / 12 ◄   ► ◄  4 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
5 / 12 ◄   ► ◄  5 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
6 / 12 ◄   ► ◄  6 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
7 / 12 ◄   ► ◄  7 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
8 / 12 ◄   ► ◄  8 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
9 / 12 ◄   ► ◄  9 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
10 / 12 ◄   ► ◄  10 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
11 / 12 ◄   ► ◄  11 / 12  ► pause play enlarge slideshow
Options
12 / 12 ◄   ► ◄  12 / 12  ► pause play enlarge slideshow

ALBEROBELLO

Nel cuore della Murgia dei Trulli, a 50 chilometri da Bari, una graziosa distesa di pinnacoli annuncia Alberobello, con il suo caratteristico centro storico Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Bandiera Arancione per il Touring Club Italiano, il cuore del paese è interamente composto dai trulli, le originali abitazioni in pietra a secco, imbiancati con calce viva e dal tetto a forma di cono fatto di pietre a vista. Croci, cuori trafitti e simboli zodiacali decorano il tetto di ogni trullo, che conserva intatto il suo mistero.

loading